Author Archive for KalamandRay

E l’hanno presa nel…

Culo. Chiedo venia, ma l’occasione merita una licenza poetica. Pensare che stavamo già perdendo due a zero e all’ottavo minuto del secondo tempo quando ho guardato il cronometro sui tabelloni del bordo campo e ho pensato: – manca più di mezz’ora – è vero che in mezz’ora puoi fare due gol, ma puoi pure sbagliarne […]

Share
Read More

Il derby

Ci sono dei momenti in cui il calcio ti dà in 90 minuti tutto quello che il resto della vita ti ha succhiato lasciandoti sul piatto tipo guscio di gamberone grigliato. Il caso di Milan-Palermo. Non riesco neanche a trovare un precedente, tanto è il tempo che è passato da quando non stavo così serena […]

Share
Read More

È chiaro

Milan-Genoa. “VOGLIAMO CHIAREZZA” ha recitato in quadrifonia lo striscione dei tifosi, cioè di quei tifosi che fanno gli striscioni. Figuratevi i commenti: “VOGLIAMO CHIAVARE”, “VOGLIAMO CAPAREZZA”, “VOGLIAMO CARESSA” con urlo di correzione “MORTO”. Gli striscioni sono stati messi e tolti tempo trenta secondi. «Avran già chiarito», ha commentato allucinato dal sonno il mio compagno di […]

Share
Read More

Milan-Chievo: come se fosse l’ultima

A volte le cose sono talmente tanto chiare che le confermi provando a contraddirle. Prendete Bacca. Uno potrebbe pensare che con i numeri di sabato sera abbia zittito tutti, e in effetti tra gol e numeri lo stadio è rimasto zitto, ma è stato il rigore tirato con la sicurezza di un trans col tacco […]

Share
Read More

Sassuolo-Milan: quant’è brutto il Mapei Stadium

Non sono mai stata in una trasferta di campionato del Milan. L’ho sempre considerata una roba “da uomini” o comunque “troppo sbatti”. Che è strano se penso a quando seguivo l’hip hop ed ero minorenne e senza macchina e mi avventuravo per l’Italia con degli amici per raggiungere Ancona, Lecce, Rimini, Torino, Roma, quando c’era […]

Share
Read More

Canto di Natale

Difficile parlare di considerazioni “a freddo” visto che in #MilanAtalanta si è trattato di un sacco di freddo, secchiate di freddo, freddo a palate: San Siro sembrava un congelatore pieno di bistecche. E poi il nebbione che scendeva e saliva, tanto che Gigio a tratti era mimetizzato con lo sfondo come i ricci di castagna […]

Share
Read More

COMMENTI RECENTI